Tecniche Di Seduzione Online

Tecniche di seduzione online 

Si sa che uomini e donne hanno un approcci seduttivi e sono a loro volta attratti in modi completamente diversi: per esempio gli uomini sono immediatamente stimolati dal contatto visivo mentre le donne vengono affascinate piuttosto dalla personalità e dalle doti comunicative. La stessa cosa vale per gli incontri online.

Se avete bisogno di qualche consiglio per accaparrarvi il loro click e quindi fare in modo che vi contattino (e che soprattutto vi contatti “quello giusto”) considerate con attenzione quanto segue. Troverete consigli tratti da reali opinioni e testimonianze maschili su cosa funziona e cosa non funziona online, e su cosa fare al primo appuntamento di persona.

1)     LA FOTOGRAFIA

Prima di tutto considerate che un’immagine vale più di 1000 parole. Questo lo sa bene chi si occupa di pubblicità e di marketing. La fotografia è la cosa più importante per agganciare l’interesse e fare in modo che procedano verso la biografia. La foto dovrebbe riprendervi al meglio ma non necessariamente “in posa”: anzi dovrebbe essere spontanea, in un momento in cui vi state divertendo. Il messaggio che arriva è che con voi si sta bene, ci si diverte. Se è troppo impostata o seria non sortisce alcun effetto. Ricordate: sugli uomini fa effetto la foto, a prescindere che abbiate o meno una bio e un profilo perfetto. La foto deve essere grande abbastanza e di alta qualità. Evitate foto troppo provocanti: allontanerete tutti coloro che vogliono conoscere seriamente qualcuno con cui stare per trascorrere del tempo piacevolmente o con cui impostare una relazione eventualmente duratura: questi sono gli utenti dei siti di incontri online.

2)     IL VOSTRO USERNAME

IL vostro “username” (o “nickname”) deve rivelare qualcosa della vostra personalità, essere stimolante e divertente, senza per questo essere infantile o incomprensibile. Più è semplice e meglio è. Se siete giovani o per lo meno se ritenete che possa essere utile – e vi va di rivelarlo – usate pure le ultime due cifre dell’anno di nascita. Evitate formule troppo enigmatiche o complesse, che possano essere difficili da leggere o memorizzare: non è una password! Spesso si usano nomignoli, abbreviativi, o parole in inglese: va bene, basta che rispettino le condizioni che abbiamo visto.

3)     IL PROFILO

Dal vostro profilo deve emergere la vostra personalità. Non deve riportare frasi fatte, banali o retoriche. Deve trasparire un certo senso dell’umorismo: non perché dite di avere senso dell’umorismo, ma perché il vostro profilo lo dimostra. Incontrarsi online è una cosa divertente e giocosa, ancor di più degli incontri tradizionali. Il vostro profilo deve essere in sintonia con questo “gioco”: non deve essere un curriculum per un colloquio di lavoro. Attraverso il profilo deve passare un messaggio rilassato, divertente, informale e soprattutto non dite troppo: lasciate spazio al mistero e al gusto di farvi contattare per saperne di più. Siate sincere sia su voi stesse sia su quello che veramente cercate in un uomo, ovvero su ciò che per voi conta (senza per questo esagerare nei dettagli e nelle pretese). E non dite: “Non avrei mai pensato di ritrovarmi a cercare l’uomo giusto online”!

La chiave sta nell’essere originali: date un’occhiata agli altri profili, giusto per avere un’idea ed evitare di sembrare ripetitive e omologate. Il profilo riflette davvero il carattere delle persone: se è lungo in effetti la persona chiacchiera molto, se è chiaro anche la persona, faccia a faccia, sarà semplice e diretta, se include una lunga lista di pretese, anche dal vivo la persona sarà molto esigente. Cos’ come la persona distratta e superficiale scriverà in modo disorganizzato, senza attenzione alla grammatica ed alla punteggiatura.

Una buona idea è quella di farsi aiutare da un amica (o meglio ancora da un buon amico). Inoltre non dimentica di andarvi a rileggere il vostro profilo di tanto in tanto giusto per eventualmente non trascurare di fare qualche modifica e tenerlo aggiornato.

4)     PROPORRE IL PRIMO APPUNTAMENTO

Prima di tutto, quando vi incontrerete per la prima volta, ricordatevi che siete entrambi lì con la medesima motivazione. Se vi sentite sicure, e lui non ve lo ha ancora chiesto (forse per timidezza) ci può stare che siate voi a proporre di incontrarvi. Proponete un locale che ritenete adatto per entrambi e che lo faccia sentire a suo agio, in base alle informazioni che avete finora raccolto su di lui e i suoi gusti. In ogni caso, a meno che non abbiate concordato diversamente, pur partendo dall’idea che ognuno paghi il suo, se insiste lasciate che sia lui a pagare il conto: rifiutare può apparire un gesto di distacco, anche se voi lo fate per dimostrarvi autonome o per orgoglio femminista.

Quando proponete l’incontro non fatelo in maniera troppo impegnativa. Mettetela semplice. Nessuno vuole sentirsi impegnato (e men che meno gli uomini al primo appuntamento!). Meglio dire qualcosa come: “Incontriamoci giusto per conoscerci e bere qualcosa insieme… e vediamo che succede”. Così facendo nessuno si sentirà impegnato ma nel contempo si lasciano aperte tutte le possibilità (segui il link per avere delle idee per il primo appuntamento).

5)     COSA SUCCEDE DOPO?

Se lui vi piace davvero siate pure esplicite nel proporre un altro appuntamento, in maniera sottile e non troppo esplicita, magari facendo in modo che ve lo chieda lui, mentre se è “così così” valutate al momento anche in base al fatto che sia lui o meno a proporvelo. Se non fa per voi, in modo garbato, diteglielo: è importante che siate oneste e sincere, sia con voi stesse (non sentitevi obbligate se non lo volete, solo perché siete gentili: si eviteranno problemi in futuro), sia con lui. Del resto è un rischio calcolato fin dall’inizio.

Cerchi una storia importante o una relazione speciale?
Scopri qual è il sito di dating giusto per te!